giovedì 6 febbraio 2014

Leggenda di San Valentino!

Ma perchè si festeggia San Valentino?
Navigando, navigando ho trovato varie leggende. Se ne trovano davvero di tutti i tipi ed io raccolto quelle che ho trovato più carine, anche se la più quotata come "vera" è la prima.


SABINO E SERAPIA:
Si racconta che bella ragazza, di nome Serapia, abitava in una piazza di Terni.
Passando spesso di lì un giovane centurione, di nome Sabino, la osservò più volte e se ne innamorò. Solo che Sabino era un centurione romano pagano e Serapia era Cristiana e così il ragazzo ricevette un secco rifiuto da parte della famiglia di lei, quando andò a chiedere la sua mano.
Allora, la giovane ragazza gli suggerì di andare dal loro Vescovo Valentino per ricevere il sacramento del battesimo e diventare Cristiano.
Sabino per amore di Serapia si fece battezzare.
Ma, quando questo ostacolo era stato sormontato, ne giunse uno molto più grande: si scoprì che Serapia era affetta da una forma di tisi avanzatissima. La notizia portò alla disperazione sia i genitori che il giovane legionario romano.
L’unica cosa che rimase da fare era quella di far venire il Santo Vescovo presso il letto della moribonda. Sabino chiese di essere unito in sposo alla sua amata. Il giovane centurione supplicò il Santo di non separarlo da lei perché altrimenti la sua vita sarebbe stata un insopportabile e un lungo martirio.
Il Vescovo Valentino alzò le mani e, mentre li benediceva, un sonno beatificante avvolse quei due cuori per l’eternità.
Da allora San Valentino è considerato il santo dell’amore e il 14 Febbraio le coppie si scambiano regali sigillando una promessa d’amore.
A conferma di questa leggenda, il ritrovamento di una tomba con due corpi, stretti l’uno all’altro, attribuita ai due sfortunati amanti.
La tomba venne scoperta  a Terni nell’ottobre 1909, nel corso di scavi governativi.




 GALEOTTA FU' LA ROSA:
Un giorno San Valentino sentì passare, al di là del suo giardino, due giovani fidanzati che stavano litigando. Decise di andare loro incontro con in mano una magnifica rosa. Regalò la rosa ai due fidanzati e li pregò di riconciliarsi stringendo insieme il gambo della rosa, facendo attenzione a non pungersi e pregando affinché il Signore mantenesse vivo in eterno il loro amore.
Qualche tempo dopo la giovane coppia tornò da lui per invocare la benedizione del loro matrimonio.
La storia si diffuse e gli abitanti iniziarono ad andare in pellegrinaggio dal vescovo di Terni il 14 di ogni mese.
Il 14 di ogni mese diventò così il giorno dedicato alle benedizioni, ma la data è stata ristretta al solo mese di febbraio perché in quel giorno del 273 San Valentino morì.





AMORE PURO:
Il sacerdote Valentino possedeva un grande giardino che nelle ore libere dall'apostolato coltivava con le proprie mani. Tutti i giorni permetteva ai bambini di giocare nel suo giardino, raccomandando che non avessero fatto danni, perché poi la sera avrebbe egli regalato a ciascuno un fiore da portare a casa. Un giorno, però, vennero dei soldati e imprigionarono Valentino perchè il re lo aveva condannato al carcere a vita. I bambini piansero tanto. Valentino, stando in carcere pensava a loro, e al fatto che non avrebbero più avuto un luogo sicuro dove giocare. Ci pensò il Signore. Fece fuggire dalla gabbia del distratto custode due dei piccioni viaggiatori che Valentino teneva in giardino. Questi piccioni, guidati da un misterioso istinto, trovarono il carcere dove stava chiuso il loro santo padrone. Si posarono sulle sbarre della sua finestra e presero a tubare fortemente. Valentino li riconobbe, li prese e li accarezzò. Poi legò al collo di uno un sacchetto fatto a cuoricino con dentro un biglietto, ed al collo dell'altro legò una chiavetta. Quando i due piccioni fecero ritorno furono accolti con grande gioia. Le persone si accorsero di quello che portavano e riconobbero subito la chiavetta: era quella del giardino di Valentino. I bambini ed i loro familiari si trovavano fuori del giardino quando il custode lesse il contenuto del bigliettino. C'era scritto: "A tutti i bambini che amo! dal vostro Valentino".



LA STORIA DI SAN VALENTINO:
San Valentino, detto anche san Valentino da Terni o san Valentino da Interamna (Interamna Nahars, ca. 176Roma, 14 febbraio 273), è stato un vescovo romano, martire.
Venerato come santo dalla Chiesa cattolica, da quella ortodossa e successivamente dalla Chiesa anglicana, è considerato patrono degli innamorati e protettore degli epilettici.[1][2]
La più antica notizia di S. Valentino è in Martyrologium Hieronymianum, un documento ufficiale della Chiesa dei secc.V-VI dove compare il suo nome e anniversario di morte. Ancora nel secolo VIII un altro documento, Passio Sancti Valentini[3], ci narra alcuni particolari del martirio: la tortura, la decapitazione notturna, la sepoltura a Terni ad opera dei discepoli Proculo, Efebo e Apollonio, il successivo martirio di questi e la loro sepoltura.[4]
È tuttavia incerto se si tratti di un martire diverso dal presbitero che, secondo un'altra storia Acta SS Marii, Marthae et sociorum[5] subì il martirio sotto Claudio il Gotico (quindi prima del 270, anno del decesso di questo imperatore), dato che questo fu sepolto a Roma, nelle catacombe al II miglio della via Flaminia che portano il suo nome. Con molta probabilità si tratta della stessa persona[6]; alcuni storici ritengono che il presbitero Valentino di Roma non sia mai esistito[7]. ( Da Wikipedia)

21 commenti:

  1. carine ;)

    grazie per la visita al mio blog!
    Ti va di seguirci a vicenda? Io già lo faccio, se ti va ti aspetto sul mio blog!
    http://lacestudsglitters.blogspot.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fatto! almeno credo...spero...controlla per sicurezza :)

      Elimina
  2. Davvero carino e interessante questo post :D

    C'è un nuovo post sul mio blog, fammi sapere cosa ne pensi <3
    ARMOIRE DE MODE

    RispondiElimina
  3. Interessantissimo post!!baci Elisabetta

    RispondiElimina
  4. Risposte
    1. Sono felice che vi piaccia!

      Elimina
  5. che bello! sai che non avevo mai approfondito!? p.s. ottimo il pollo con il masala adoro le spezie lo faccio spesso anche io, bella la camicetta velata ^.^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille!!! ormai sono entrata nel mondo delle spezie con tutte le scarpe! :)

      Elimina
  6. Bellissimo questo post!!
    Laura

    http://www.pursesandi.net/

    RispondiElimina
  7. Simpatiche queste varie storielle su San Valentino. Ciao, alla prossima.
    WWW.ZAGUFASHION.COM
    ZAGU FACEBOOK PAGE
    bloglovin follower

    RispondiElimina
  8. Mi hai fatto conoscere cose che non sapevo su San Valentino!

    Mimma
    My Fashion Sketchbook

    RispondiElimina
  9. Avevo letto qualcosa a riguardo :) io sono una romanticona e questa ricorrenza mi piace tanto
    ho inserito un nuovo post sul mio blog
    mi farebbe piacere la tua opinione,se ti va passa per un salutino ----> tr3ndygirl.com
    buon venerdi

    RispondiElimina
  10. interessante!

    http://www.mrsnoone.it/2014/02/1197/

    RispondiElimina